Siamo il centro assistenza autorizzato dei migliori marchi europei..

Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

Descrizione ed uso del Decespugliatore

Il decespugliatore in Italia, o zechiboy[1] nella Svizzera Italiana, è una macchina che, a seconda della sua potenza e configurazione, viene utilizzata per lo sfalcio di erba, sterpaglie, cespugli e giovani tronchi, nonché per la pulizia del sottobosco. Il modello a filo, in Italia è anche noto come taglierba a filo o tosaerba a filo.

Esistono anche modelli "spalleggiati" dove il motore è montato su un'apposita struttura dotata di spalline, che ne rendono possibile l'imbrago, con un'asta flessibile che ne permette l'utilizzo anche in zone scoscese o difficilmente raggiungibili quali canali, rigoni e muretti a secco.

Il decespugliatore si può suddividere nelle seguenti parti:

  • Motore: può essere elettrico nel caso di bordatori (con una potenza massima intorno ai 1000W) o termico nel caso di decespugliatori ideati per uso più intenso e pesante; suddetti motori seguono per la maggior parte il ciclo a 2 tempi con cilindrate che vanno dai 21 ai 65 cm³ per le macchine più professionali e performanti utilizzate per il diradamento di giovani boschi. Honda e Makita (ex Fuji-Robin) producono modelli con motore a quattro tempi OHC, con cilindrate rispettivamente di 25,6 e 35,8 cm³ (Honda) e di 24,5 cm³ e 33,5 cm³ (Makita).
  • Asta: si tratta di un'asta in lega leggera con un diametro che varia dai 24 mm dei decespugliatori hobbystici ai 32–34 mm dei decespugliatori più potenti e professionali (fa eccezione il decespugliatore forestale Husqvarna 265rx con la sua asta da ben 42 mm). Al suo interno, su bronzine autolubrificanti (di norma in numero da 4 a 5), vi è un'asta in acciaio speciale (con un diametro solitamente compreso tra i 6 e i 9 mm) che ha il compito di trasmettere il moto rotatorio alla coppia conica. I decespugliatori spalleggiati oltre all'asta rigida sono forniti di un'altra asta flessibile posta tra la frizione centrifuga del motore e l'asta vera e propria, questa parte è composta da un cavo di acciaio speciale che ruota all'interno di una guaina di gomma resistente.
  • Coppia conica: è la parte finale dell'asta che trasmette il moto all'attrezzo di taglio. Il moto è trasmesso da una coppia di ingranaggi (millerighe), angolati tra loro di circa 35°, che fanno ruotare (sempre in senso antiorario) l'attrezzo di taglio.
  • Impugnatura: permette il governo della macchina, vi sono posti i comandi di accensione/spegnimento, l'acceleratore e il pulsante per la semiaccelerazione (utile per gli avviamenti a freddo). Può essere di due tipi:
    • impugnatura di forma semicircolare posta sull'asta e più arretrato, sempre sull'asta, posto longitudinalmente ad essa un altro comando con integrato acceleratore e tasto start/stop
    • impugnatura a forma di "corna di bue", posta trasversalmente all'asta e asimmetrica ad essa, presenta i comandi principali sulla parte destra. Spesso alcuni modelli montano un sistema antivibrazioni nel punto di aggancio dell'impugnatura con l'asta così da rendere più confortevole il lavoro per l'operatore.
    • I decespugliatori non vengono utilizzati per tagli di grandi superfici, ma solamente per rifinire punti difficilmente accessibili ai normali tosaerba, come ad esempio contorni di pali, alberi, muretti, marciapiedi. Sono anche usati per porzioni di terreno dove erba o altra vegetazione sia troppo alta per il passaggio con un tosaerba.